Junker | La app che ti aiuta a fare la differenziata

Junker è una app geolocalizzata che supporta le persone nel fare la differenziata, ponendo fine alla domanda: e questo dove lo butto?

La differenziata fa senz’altro bene all’ambiente ma molto meno alla nostra salute mentale: a seconda dei posti in cui ci si trova, doversi ricordare i giorni di ritiro, "cosa" buttare "dove" e "come" non è sempre facile. Senza contare che, talvolta, anche riconoscere e identificare un materiale e, dunque, il suo corretto smaltimento, diventa un’impresa. Soprattutto quando dalla propria città ci si sposta in un’altra località che segue regole e orari diversi.

Per risolvere le angosce di alcuni di noi (oddio ieri era mercoledì ho saltato il ritiro della plastica!) e dilemmi quali  "lo scontrino va nella carta?", "i bicchieri di plastica li metto nel contenitore della plastica o nell’indifferenziata?", "e questo cartone plastificato dove lo getto e quando?", ora arriva una app a soccorrerci.

Si chiama Junker ed è una applicazione georeferenziata per smartphone Android (presto sarà disponibile anche una versione per iOS e Windows Phone).

Junker funziona così:

una volta installata nel telefono, identifica la nostra posizione e carica lo schema di smaltimento del Comune di riferimento, mostrando i punti e il calendario di raccolta.

Inoltre permette di identificare il tipo di materiale da gettare, tramite la scansione dei codici a barre del prodotto, individuato all’interno di una database di oltre 400mila voci. Una volta individuato il prodotto, comunica di quali materiali è composto e in quali contenitori della differenziata vanno smaltiti.

Se il prodotto non è stato ancora inserito nel database, basta segnalarlo con un clic e in pochi istanti la app invierà una notifica con le informazioni di smaltimento.

Ideata da Giunko Srl, una start up bolognese fondata da un gruppo di ingegneri dell’Università di Bologna, Junker è gratuita e si può scaricare da GooglePlay.

Sotto il video di presentazione.

 

 

(19 marzo 2015)