Android N, le funzionalità del nuovo sistema operativo

Dopo Marshmallow, l’ultima versione del sistema operativo Android, la 7.0, si chiama N. Rilasciata con due mesi di anticipo da Google, ecco le novità che introduce

Google ha anticipato di due mesi i tempi e, a sorpresa, ha rilasciato una versione alpha del suo nuovo sistema operativo Android. Si tratta di N, che corrisponde alla 7.0, dove la lettera per alcuni sta per Nutella e per altri Nougat (torroncino).

Sia come sia, ecco le principali funzionalità  introdotte.

Iniziamo con la multi-window, ossia con la finestra multipla. La funzionalità permette di affiancare più finestre nella stessa schermata. Diventa così androidN.jpgpossibile,  per esempio, digitare un messaggio o inviare un post mentre si sta guardando una mappa o facendo una ricerca su Google.

C’è poi un potenziamento delle notifiche: diventa possibile raggruppare insieme gli avvisi di una stessa applicazione, come pure rispondere ai messaggi di whatsapp o altra applicazione direttamente dal pannello di notifica senza dover aprire l’applicazione (Direct Reply Notifications).

La funzione Doze, già introdotta con Android Marshmallow, è stata migliorata. Si tratta di una funzionalità che migliora il dispendio energetico, incentivando le prestazioni della batteria del telefono attraverso lo spegnimento della sincronizzazione, del gps, dello scan e della rete wi-fi, dopo un tot di tempo che lo smartphone non viene utilizzato.

Il Picture-in-picture, invece, è una modalità introdotta da Apple in iOS 9, che ora Big G ha deciso di adottare. Consente di visualizzare più elementi sovrapposti contemporaneamente. Per esempio avere la finestra attiva di YouTube mentre si sta leggendo un file word.

Infine ritorna Night Mode: grazie a questa modalità di visualizzazione, se si usa lo smartphone al buio, il sistema cambia la combinazione di colori e la tonalità del display, e riducendo la quantità di luce blu, affaticando di meno la vista dell’utilizzatore.

Al momento la versione alpha di Android N è già disponibile per il download e per l’installazione in Nexus 5X, 6, 6P, 9, 9G, Play, Pixel C direttamente all’ url del progetto. C’è da dire, però, che l’operazione è consigliata solo agli sviluppatori. Tutti gli altri è meglio pazientino ancora un po’!