D-Link | La casa intelligente diventa facile

D-Link continua il suo impegno nella casa intelligente e presenta due nuovi prodotti: una presa elettrica multipla (Home Smart Power Strip) e un termostato (Home Thermostatic Radiator Valve), entrambi della linea mydlink Home e dunque controllabili via app. Eccoli in dettaglio  

L'hanno chiamata mydlink Home Thermostatic Radiator Valve (la sigla di catalogo è DCH-Z410) ed è un termostato intelligente per gestire con praticità il riscaldamento domestico. Oltre che una classica valvola termostatica, la DCH-Z410 è parte dell’ecosistema mydlink Home e può quindi essere controllata da remoto tramite l’app per gestire il riscaldamento domestico e, per esempio, non solo decidere quando il sistema deve essere acceso, ma anche impostare temperature personalizzate in ogni stanza. La DCH-Z410 funziona wireless e si collega all’hub mydlink Home. In questo modo può interagire con gli altri dispositivi Smart Home.

Una presa elettrica intelligente
 

d-link-dsp-W245_01.jpg

La seconda novità di D-Link è mydlink Home Smart Power Strip (sigla DSP-W245, nella foto). Si tratta di una presa intelligente a 4 posti dedicata a chi muove i primi passi nella creazione di una casa smart. Questa presa si connette wireless alla rete domestica e può essere gestita tramite l’app mydlink Home. In questo modo sarà facile accendere e spegnere in modo indipendente le 4 prese elettriche, impostare timer personalizzati e anche tenere sotto controllo i consumi elettrici dal momento che la DSP-W245 permette di inviare notifiche push quando vengono raggiunte soglie di consumo prefissate.

Smart Power Strip può collegarsi con gli altri dispositivi dell'ecosistema D-Link, come il Water Sensor e il Door & Window Sensor. In questo modo, per esempio, è possibile spegnere automaticamente la lavatrice se il sensore rileva una perdita d’acqua. Oppure può accendere una lampada, come deterrente, se il Door & Window Sensor registra l’apertura imprevista della porta di casa o di una finestra.

Prezzi e disponibilità dei nuovi porodotti non sono ancora stati definiti.