Tarzan, il robot contadino che salta sopra le colture

Dalla Georgia Tech University arriva un robot in grado di controllare dall’alto vitigni, campi di grano e ogni tipo di piantagione, muovendosi come una scimmia. Tutte le info e il video

Chi lavora in agricoltura lo sa: controllare lo stato di salute delle colture, soprattutto se molto estese, è un lavoro lungo e molto impegnativo. Si tratta infatti di verificare se le piante sono affette da parassiti, patiscono la siccità o l’eccesso di acqua o se sono state colpite da malattie.

Una soluzione che potrebbe portare a un sostanzioso risparmio di tempo e fatica, però, arriva ora dal Georgia Tech. Si tratta di un robot dotato di due lunghe braccia, in grado di oscillare e spostarsi come fanno le scimmie. Non a caso ribattezzato dai ricercatori Tarzan, grazie a dei fili sospesi, il robot si muove lungo i filari, controllando dall’alto lo stato di ogni pianta.

Mediante le sue telecamere, poi, Tarzan scatta delle foto ai vegetali e le invia al computer portatile dell’agricoltore. Da lì, mediante un software sviluppato ad hoc, l’agricoltore può analizzare i dati contenuti nelle immagini e, in remoto, a anche a diversi chilometri di distanza, scoprire se la sua coltivazione sta procedendo a dovere o necessita di un qualche tempestivo intervento.

Tarzan al momento è ancora un prototipo ed è stato testato in ambienti chiusi. I ricercatori, però, contano di portarlo presto all’aperto e anche di dotarlo di un sistema di alimentazione ad energia solare, che gli consentirebbe di lavorare continuativamente, saltando di di filo in filo, senza necessità di interrompere il suo lavoro per la ricarica delle batterie.

Sotto il video dimostrativo