Festo BionicCobot, il braccio robot ispirato agli umani

Versatile, flessibile e leggero: BionicCobot è un biorobot che prende le mosse dalla fisiologia dell’arto umano per proporsi come valido collaboratore. E’ in grado di svolgere diverse mansioni, anche quelle più delicate. Un video mostra come

BionicCobot, sigla che sta per Bionic Collaboration robot, è l’ultima creazione di Festo. Si tratta di un braccio robotico, flessibile e sensibile, in grado di aiutare e supportare il lavoro dell’uomo.

Dispone di tre assi nella spalla, una nel gomito, una nell’avambraccio e due nel polso. Ciascun asse integra uno snodo rotante con due camere d'aria, che si regolano come una molla meccanica ad aria compressa.

Grazie a un tablet con un’interfaccia sviluppata ad hoc dalla stessa Casa madre, l’utente può gestire e selezionare le azioni che BionicCobot deve compiere, secondo la sequenza desiderata. Mediante la piattaforma open source ROS (Robot Operating System), le sequenze di movimento programmate vengono così impartite al robot, dirigendone la cinematica.

In tal modo BionicCobot  riesce a determinare esattamente la forza da imprimere alla sua azione o la rigidità che deve mantenere, lavorando fianco a fianco con una persona, senza alcun pericolo per quest’ultima.

Il braccio robotico può avere una vasta gamma di utilizzi, da quello industriale al commerciale e, non in ultimo, anche applicazioni nel campo dell’assistenza agli anziani.

Sotto il video dimostrativo