i.Con, ora il condom è smart e parla con lo smartphone

Nell’èra dell’Internet delle Cose anche i preservativi diventano intelligenti e dialogano via bluetooth con lo smartphone per segnalare tutti i dati delle prestazioni sessuali. Curiosi? Leggete il seguito!

No, non è un pesce d’Aprile anticipato. Anche se, dopo lo scherzetto di alcuni anno fa a proposito della chiavetta usb che eseguiva il test di gravidanza, il dubbio era subito sorto. Ma quello accadeva nel 2008 e, si sa, quasi 9 anni nel mondo della tecnologia possono equivalere a 100.

Così eccolo qui il condom “intelligente” e in grado di rivelare i nostri segreti più intimi: si chiama i.Con Smart Condom ed a breve sarà venduto dall’azienda inglese produttrice British Condoms.

Non immaginatevi però un preservativo riciclabile e futuristico: i.Con in realtà consiste in un anello, resistente all'acqua e molto leggero per non dare fastidio durante il rapporto, che si usa in abbinamento a qualunque preservativo e si infila sopra questo, posizionandolo alla base del pene.  Secondo i realizzatori è talmente discreto da non accorgersi minimamente della sua presenza.

i.Con integra una miriade di nano-chip e sensori che, durante l’atto sessuale, rilevano una serie di parametri:  dalle calorie bruciate alla durata totale della prestazione sessuale, alle posizioni sperimentate nel mentre, fino alla frequenza degli atti in un certo lasso di tempo, alla circonferenza dell’organo maschile, alla sua temperatura e molto altro.

I dati vengono poi trasmessi via bluetooth alla app gratuita installata sullo smartphone, per poter essere letti da uno o entrambi i partner ed anche condivisi con gli amici e con chi si vuole.

i.Con ha un’autonomia di circa 6-8 ore, dopodiché va ricaricato tramite la porta micro usb integrata per circa 1 ora.

Le registrazioni sono aperte sul sito ufficiale per la prevendita. Il costo di i.Con, spese di spedizione escluse, è di 59.99 sterline, circa 69 euro al cambio odierno.