Anteprima | LG G6 il nuovo top di gamma è al Mwc 2017

LG ha presentato ufficialmente poco fa, al Mwc 2017 di Barcellona LG G6, il suo nuovo telefono top di gamma: display ultra panoramico, guscio unibody in vetro e alluminio e Android 7. Lo abbiamo avuto tra le mani in anteprima, ecco com'è fatto

AGGIORNAMENTO
Al Mobile World Congressi 2017 di Barcellona abbiamo avuto in mano in anteprima LG G6, il nuovo top di gamma della Casa coreana. Ecco le nostre impressioni.

Come prima cosa dobbiamo riconoscere che LG è tra i pochi produttori che hanno il coraggio di cercare nuove strade e, anche se non sempre queste innovazioni diventano un grande successo di pubblico, gliene va dato atto. Il nuovo LG G6 compie un altro interessante passo in questa direzione.

LG-G6_02.jpgDopo il primo smartphone modulare, presentato lo scorso anno, anche il nuovo LG G6, il top di gamma 2017 è a modo suo "un primo": ha un inedito schermo in formato 18:9. Il lato lungo è cioè il doppio di quello corto. La ragione di questa scelta del produttore coreano è una specie di uovo di Colombo. Permette, infatti, di impugnare comodamente il telefono con una sola mano anche se ha una dimensione dello schermo di ben 5,7 pollici

Questa soluzione e l’altissima definizione del display (2.880 x 1.440 pixel) consentono di visualizzare perfettamente i video in alta risoluzione (e nell'interezza del fotogramma originale anche i film girati in formato panoramico), mostra una porzione maggiore delle pagine web o dei social network e apre la porta a nuove modalità di utilizzo, per esempio con più finestre affiancate.

Lo spiccato orientamento cinematografico del nuovo LG G6 è confermato anche dal supporto agli standard video più evoluti come HDR 10 e Dolby Vision, gli stessi che trovi sulle tv di ultima generazione, che migliorano sensibilmente la qualità delle immagini bilanciando in maniera accurata ed espandendo le zone d’ombra e quelle molto luminose.

La scocca del nuovo LG G6 è protetta anche nella parte posteriore da un vetro infrangibile Corning Gorilla Glass di quinta generazione che rende lo smartphone resistente alla polvere e ai liquidi (è certificato IP68 e resiste almeno un'ora alla pressione dell'acqua a 3 metri di profondità), ma a questa qualità sacrifica necessariamente la possibilità di sostituire la batteria. Fortunatamente non è una gran perdita vista la generosa capacità di 3.330  mAh e al supporto alla ricarica rapida, che permette di riavere il 50% di energia in poco più di mezz’ora di ricarica.

Il comparto fotografico dell'LG G6 ritrova, come nel predecessore G5, la doppia fotocamera posteriore con ottica normale (71° di campo) e grandangolare (125° di campo). Ma, qui, entrambe hanno il sensore da 13 Mpixel. In più, l'inedito schermo allargato permette soluzioni originali, come per esempio di visualizzare una review immediata della foto appena fatta mentre se ne sta scattando una nuova, o quella di creare e ottimizzare le immagini quadrate per la pubblicazione su Instagram o Snapchat. La fotocamera anteriore, da 5 Mpixel, sfrutta un’ottica grandangolare da 100° di campo, ideale per selfie di gruppo, i cosiddetti “groufie” che stanno spopolando sui social.

Per quanto riguarda il motore, LG G6 sfrutta un processore Qualcomm Snapdragon 821 (il più recente Snapdragon 835 è un'esclusiva di Samsung per i prossimi mesi), ha 4 GB di memoria ram e 32 GB di spazio di archiviazione per i file, un po’ pochi per un top di gamma di questo livello. Sul versante delle connessioni troviamo una connessione usb tipo-C, il classico supporto alle reti LTE (che nel G6 arriva fino a 600 mbps in download) e, ovviamente, l’ultima versione del sistema operativo Android, il 7 “Nougat”.

LG-G6_04.jpg

L'aspetto che più salta all'occhio del nuovo LG G6 (che vediamo qui sopra nella sua prima foto ufficiale) è il formato dello schermo da 5,7 pollici, che abbandona il classico 16:9 per un innovativo e inconsueto 18:9: vuol dire che il display è più “panoramico” del consueto (oltre che quasi del tutto privo di cornice). In questo modo, probabilmente, LG ha ricavato lo spazio per una piccola area di notifica always on, come quella che già esiste in altri modelli LG.

Il vetro, assieme all'alluminio sono i due componenti principali del telefono che fa del design uno dei suoi punti di forza dal momento che, per la prima volta per LG, verrà abbandonato il guscio in plastica, nota un po' cheap vista finora anche sui modelli di punta del produttore coreano. Confermata la presenza del jack per le cuffie: vengono così smentite le voci che lo davano per eliminato, così come ha fatto Apple con il suo iPhone 7 dotato di cuffie wireless. In compenso la batteria non sarà rimovibile: un piccolo prezzo da pagare all'impermeabilità spinta del nuovo LG G6.

Per quanto riguarda la fotocamera, resterà il sistema a doppia lente (normale e grandangolare) che caratterizza il G5, così come il sensore di impronte digitali per l'accesso sicuro. Il processore principale dovrebbe essere lo Snapdragon 821 con 4 GB di memoria ram. Tutti i dettagli alla presentazione ufficiale, fissata per il prossimo 26 febbraio al Mobile World Congress di Barcellona.