MoRe, la fisioterapia è divertente e casalinga

Un nuovo dispositivo rende la riabilitazione di gambe e braccia semplice e divertente. Ecco come funziona

Distorsioni e altri incidenti che capitano ai nostri muscoli, oltre che fastidiosi (e dolorosi!) di per sé, sono anche noiosi e problematici per i lunghi periodi di riabilitazione che comportano.

Ora, però, un nuovo dispositivo, promette di rendere il lavoro fisioterapico non solo divertente ma anche comodo, con la possibilità di effettuarlo direttamente a casa propria.

Il suo nome è MoRe (Motion Recognition) ed è un sistema “plug and play” per la riabilitazione degli arti superiori e inferiori, che permette di vedere il modo in cui i muscoli stanno lavorando. In tal modo diventa possibile monitorare le proprie prestazioni e, al contempo, elaborare automaticamente report precisi e completi che consentono di tenere sott’occhio la situazione e di poterla anche condividere col proprio medico curante.

Sviluppato dall’Istituto Italiano di Tecnologia, la Fondazione Ospedale San Camillo e il Politecnico di Torino, il dispositivo è wireless e incorpora 8 sensori in grado di rilevare i movimenti dell’individuo e interpretare i segnali biologici muscolari. Arriva completo di schede con gli esercizi da compiere giornalmente a casa propria. Un’applicazione per smartphone e tablet consente di visualizzare l'attività eseguita, rendendo la riabilitazione più divertente e coinvolgente.

Per tornare in piena forma, è sufficiente indossarlo e iniziare a lavorare diligentemente!

Sotto il video esplicativo