Successo italiano ai Sony World Photography Awards 2017

La World Press Organization ha decretato, a Londra, i vincitori dell'edizione 2017. Anche quest'anno i fotografi italiani hanno fatto un'ottima figura: Alessio Romenzi è primo nella categoria Attualità del concorso Professionisti, e non è l'unico premiato. Ecco i dettagli e le foto vincitrici

Il fotografo italiano Alessio Romenzi, che con la sua serie di foto intitolata "We are taking no prisoners" ha documentato il terrore e la brutalità che regnano nella città di Sirte, in Libia, ha vinto il primo premio nella categoria Attualità del concorso Professionisti all'edizione 2017 dei Sony World Photography Awards.

Nella sezione Professionisti sono stati premiati altri tre fotografi italiani. Alice Cannara Malan è terza nella categoria Vita Quotidiana. Diego Mayon è terzo nella categoria Architettura. Lorenzo Maccotta è terzo nella categoria Storia contemporanea.

I Sony World Photography Awards 2017 hanno ricevuto oltre 227 mila candidature da 183 paesi e ai premiati sono andate apparecchiature fotografiche digitali di ultima generazione di Sony e un premio in denaro.

Alessio Romenzi, al primo posto nella categoria Attualità del concorso Professionisti ha presentato la serie di foto "We are taking no prisoners" che mostra lo stato in cui versa la città di Sirte. Dopo sette mesi di combattimenti, con settecento morti e oltre tremila feriti tra le file dell'esercito libico, Sirte è stata finalmente dichiarata libera.

Tra i membri della giuria, Russ O'Connell, Picture Editor di The Sunday Times Magazine (Regno Unito), ha commentato: «Tra tutte le fotografie di guerra visionate nell'ambito del concorso queste sono di gran lunga le più intense. Romenzi è un fotografo che ha deciso di mettere a rischio la propria persona, mischiandosi alle forze che hanno lanciato l'offensiva».

Alice Cannara Malan, che lavora a Milano, è giunta terza nella categoria Vita Quotidiana del concorso per i professionisti con la serie "My (m)other", una riflessione personale sui rapporti familiari, tesa a catturare le dinamiche tipiche delle famiglie.

Diego Mayon è giunto terzo nella categoria Architettura per i professionisti. È un fotografo indipendente che vive a milano e ha presentato la serie di foto "Athens Studio" una raccolta di immagini architettoniche dei bordelli di Atene, dove la prostituzione è legale.

Lorenzo Maccotta è giunto terzo nella categoria Storia contemporanea per i professionisti. Ha presentato la serie "Live chat studio industry" che ritrae modelli e modelle che lavorano nell'industria delle webcam per adulti in Romania, paese leader mondiale delle attività di webcam in studio.

Ecco la lista di vincitori e finalisti delle categorie dei professionisti
Vincitore Architettura: Dongni, Cina

2°- Julien Chatelin, Francia / 3°- Diego Mayon, Italia

Vincitore Concettuale: Sabine Cattaneo, Svizzera

2°- Gao Peng, Cina / 3°- Alexander Anufriev, Federazione Russa

Vincitore Storia contemporanea: Tasneem Alsultan, Arabia Saudita

2°- Li Sony, Cina / 3°- Lorenzo Maccotta, Italia

Vincitore Attualità: Alessio Romenzi, Italia

2°- Joe Raedle, Stati Uniti / 3°- Ivor Prickett, Irlanda

Vincitore Vita quotidiana: Sandra Hoyn, Germania

2°- Christina Simons, Islanda / 3°- Alice Cannara Malan, Italia

Vincitore Paesaggio: Frederik Buyckx, Belgio

2°- Kurt Tong, Regno Unito / 3°- Peter Franck, Germania

Vincitore Natura: Will Burrard-Lucas, Regno Unito

2°- Ami Vitale, Stati Uniti / 3°- Christian Vizl, Messico

Vincitore Ritratto: George Mayer, Federazione Russa

2°- Romina Ressia, Argentina / 3°- Ren shi Chen, Cina

Vincitore Natura morta: Henry Agudelo, Colombia

2°- Shinya Masuda, Giappone/ 3°- Christoffer Askman, Danimarca

Vincitore Sport: Yuan Peng, Cina

2°- Eduard Korniyenko, Federazione Russa / 3°- Jason O'Brien, Australia

Ecco una selezione dei premiati nella fotogallery che segue

Cliccate sul simbolo a X nella barra di controllo grigia della fotogallery per vedere le foto a tutto schermo in full hd

I premiati nelle altre categorie
Il fotografo belga Frederik Buyckx si aggiudica il titolo di Fotografo dell'anno con la serie di foto intitolata "Whiteout", immagini fatte nei Balcani, in Scandinavia e in Asia Centrale per cogliere la trasformazione della natura all'arrivo dell'inverno.

Il migliore scatto singolo a livello mondiale è "Mathilda", realizzato dal fotografo russo Alexander Vinogradov, che si è ispirato al film francese Léon.

Il fotografo dell'anno per il concorso Giovani è Katelyn Wang, studentessa di 16 anni di Los Angeles (California) con l'immagine intitolata "On Top of the World" che ritrae dall'alto il lago Pehoé, situato all'interno del Parco Nazionale Torres del Paine (Cile).

L'argentina Michelle Daiana Gentile si è aggiudicata il titolo di Fotografo dell'Anno per il concorso Studenti, con un progetto dal titolo "Only Hope". Interpretando il tema delle "emozioni", Gentile ha presentato una serie di scatti realizzati durante un periodo di dieci giorni trascorso con gli operai di una vecchia cartiera argentina.

Ecco i premiati nella fotogallery che segue

Cliccate sul simbolo a X nella barra di controllo grigia della fotogallery per vedere le foto a tutto schermo in full hd

Le opere vincitrici, le finaliste e quelle meritevoli di menzione saranno esposte alla mostra dei Sony World Photography Awards & Martin Parr, Edizione 2017, che si terrà presso la Somerset House di Londra dal 21 aprile al 7 maggio. La mostra ospiterà anche una personale del noto fotografo britannico Martin Parr, destinatario del premio Outstanding Contribution to Photography.

Le opere esposte sono state raccolte in un catalogo, che può essere acquistato sul sito Worldphoto.