Mirrorless Canon Eos M5, l'alternativa alla reflex

Si chiama Eos M5 ed è la nuova fotocamera mirrorless di Canon, la prima con processore Digic 7. Tra i punti di forza il sensore aps-c da 24 Mpixel e l'autofocus dual pixel e, finalmente, un comodo corpo macchina "da reflex in sedicesimo" che non imita le scatolette compatte. Eccola nei dettagli

Dimensioni da fotocamera compatta e prestazioni da reflex in meno di 450 grammi: sono i vantaggi della nuova Canon Eos M5, la punta di diamante tra le mirrorless Canon, finalmente con un corpo macchina che richiama la comodità dei classici modelli reflex. 

Il sensore aps-c da 24,2 Mpixel è dotato di microlenti gapless, il sistema che aumenta la sensibilità dei pixel alla luce e riduce il rumore digitale grazie a una maggiore superficie di ogni singolo pixel. Usa alcune delle tecnologie della nuova reflex Eos 80D, che gli permettono anche di migliorare la gamma dinamica e la latitudine di posa, due classici punti deboli dei sensori aps-c. La sensibilità arriva fino a 25.600 iso senza dover espandere la gamma.
 

Un processore tutto nuovo
Il nuovo processore Digic 7 offre maggiore potenza di elaborazione delle immagini e rumore ridotto. In combinazione con l’autofocus cmos Dual Pixel scatta con la velocità di una reflex (da 7 fps a 9 fps con AF fisso) e mantiene a fuoco volti e soggetti in movimento anche durante le riprese video (full hd 60p).

Incorporato nella  macchina, lo stabilizzatore digitale a cinque assi (orizzontale, verticale, rollio, imbardata e beccheggio) rende i video più stabili anche se la lente utilizzata non è stabilizzata e rende al massimo con obiettivi dotati di Dynamic IS. In questo caso grazie al controllo collaborativo delle informazioni di beccheggio e imbardata fornite dall’obiettivo le vibrazioni delle immagini mentre si riprende camminando sono notevolmente ridotte.

canon-eos-M5_02.jpg

Dal punto di vista della comodità d'uso la Eos M5 ha un mirino elettronico oled in posizione centrale, come nelle reflex, ad alta risoluzione (circa 2,36 milioni di punti) e con refresh a 120 fps: una prima assoluta nelle mirrorless di Canon è il suo funzionamento abbinato al display lcd touch (3,2 pollici) per scegliere, per esempio, l’area af semplicemente toccando la zona che interessa o trascinando la cornice di messa a fuoco su un nuovo soggetto e senza senza staccare l’occhio dal mirino.
 

Un nutrito parco obiettivi
Eos M5 è compatibile con oltre ottanta obiettivi della serie Canon EF (serve l’adattatore EF-EOS M) ma la lente fatta apposta per lei è il nuovo zoom 8x EF-M 18-150 mm f/3.5-6.3 IS STM, con stabilizzatore a 4 stop sia per le foto sia per i video. Il diaframma è circolare a 7 lamelle.

La Canon Eos M5 è una valida alternativa alle reflex di fascia media e sarà disponibile da fine novembre a 1.159,99 euro (solo corpo). Dalla stessa data sarà in vendita l’obiettivo EF-M 18-150 mm f/3.5-6.3 IS STM, al prezzo di suggerito al pubblico di 519,99 euro.