Hasselblad A6D-100c, fotografie dal cielo a 100 Mpixel

Una fotocamera area ad altissima risoluzione, montabile su droni, utilizzabile per analisi aeree e rilievi ambientali. Consente di sincronizzare fino a otto fotocamere per scatti  panoramici in soli 20 microsecondi. Tutti i dettagli

I droni stanno rivoluzionando il mondo della fotografia, consentendo di scattare immagini panoramiche da punti di vista altrimenti impossibili. Hasselblad, la nota azienda svedese che da quasi ottant’anni produce fotocamere e ottiche (suo l’obiettivo che immortalò il primo uomo sulla Luna), presenta la fotocamera per immagini aeree A6D-100c, con una risoluzione di 100 Megapixel, alimentabile con la stessa batteria del drone (da 12 a 24 volt).

Fortemente rinnovata rispetto ai precedenti modelli dello stesso costruttore, la A6D dispone di una funzione che consente di sincronizzare fino a otto fotocamere entro un tempo di 20 microsecondi, permettendo di scattare immagini panoramiche senza incontrare in fase di post-produzione i problemi causati da esposizioni non sincronizzate.

Perché il piano dell’immagine e il sensore siano sempre paralleli, i nove obiettivi H disponibili per la versione aerea hanno un bloccaggio sicuro che riduce al minimo le vibrazioni e le flessioni (tramite quattro viti M4).

La messa a fuoco è già perfettamente regolata e fissata su infinito; con la lunghezza del campo focale degli obiettivi da 24 a 300 mm si ottiene una Afov orizzontale da 96° a 10,2°, adatta alla maggior parte delle applicazioni. Gli obiettivi H hanno otturatori a lamelle che compensano sia la velocità a terra, sia l’inclinazione del piano. Le immagini catturate sono sempre nitide grazie al tempo di esposizione per gli obiettivi aerei migliorato fino a 1/4000 di secondo.

La fotocamera Hasselblad A6D è utilizzabile per analisi aeree, rilievi ambientali e gestione delle colture ed è disponibile con o senza filtro a infrarossi (da 750 nm a 1000 nm).

Le immagini prodotte, in formato Raw, possono essere elaborate al pc tramite una applicazione sviluppata da Hasselblad che viene fornita con la fotocamera. L’azienda rende disponibile inoltre un kit completo per sviluppatori software (sdk), che include i codici sorgente, per facilitare lo sviluppo di applicazioni personalizzate per il controllo della fotocamera e l’elaborazione delle immagini.

L’archiviazione dei file avviene su memoria interna che può arrivare fino a 512 GB, a un bit rate di 500 Mbps. Per il trasferimento dei file e il collegamento di un dispositivo di storage esterno è disponibile la porta usb 3.0. Tra le funzioni aggiuntive della A6D anche il piede ridotto per adattarsi ai supporti di montaggio esistenti Pod.

Il prezzo al pubblico della Hasselblad A6D non è ancora stato annunciato. Vi terremo aggiornati. Stay tuned!